“Binge drinking”

Ubriacarsi subito

 

        La “binge drinking”, è la sbornia di ultima generazione, diffusa tra i ragazzi che bevono una grande quantità di alcol in brevissimo tempo per ubriacarsi il prima possibile.

        Già una sola volta può causare danni gravissimi, ma se diventa un’abitudine, specie in soggetti obesi o con problemi di “fegato grasso”,  diventa una bomba ad orologeria, in grado di abbreviare la vita.

        E’ quanto emerge  da uno studio condotto dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e pubblicato dalla  Rivista Alcohol and Alcoholism.

        L’Istituto Superiore  di Sanità, in Italia, conferma che sin dalla tenera età il 42 % dei ragazzi e il 21 % delle ragazza minorenni, bevono alcol, e 18 su 100 tra i minori di 16 anni hanno adottato almeno una volta un comportamento a rischio legato all’alcol.

        Sono numeri preoccupanti anche perché se correlati  a sovrappeso  e a obesità (1 bambino su 3)  si producono danni  gravissimi.