Accorgimenti  per il bambino affetto da dermatite atopica

Mio figlio è affetto da dermatite atopica  domanda giunta il 2 lugio 2006

 

Igiene Personale

 

·    Non usare i comuni saponi neutri e i bagno-schiuma, soprattutto quelli profumati e molto  schiumogeni che   possono irritare  la pelle e far aumentare il prurito.

·    Utilizzare detergenti a base di oli minerali.

·    Fare ogni giorno un bagno  con oli da bagno (es. OLEATUM  BAGNO), in acqua tiepida (32°-33° C al massimo), per ammorbidire la pelle e lenire l’arrossamento.

·    Il bagno deve essere breve, (10 – 15 minuti) e quotidiano si può comunque anche lavare senza immergere.

·    Asciugare bene il bambino, tamponando con un asciugamano senza strofinare la pelle, poi applicare un emolliente (es. VASELLINA BIANCA o  CETAFIL LATTE Licthena emulsione fluida od altro solo se prescritto dal pediatra).

·    Evitare pomate a base di proteine del latte e di altre proteine (grano, avena ecc.).

·    Applicare regolarmente durante la giornata una crema emolliente, idratante e nutriente. (anche tre volte al giorno) possibilmente entro tre minuti dal termine del bagno!

·     Va applicata in quantità generose (anche 35 g al giorno) Buona per la sua economicità vaselina solida e fluida al 50% (anche se risulta molto untuosa)

·    Tagliare regolarmente le unghie del bambino  e tenerle pulite per evitare qualsiasi  altra infezione batterica conseguente a lesione da grattamento.

                                               

Abbigliamento

 

·    Non coprire troppo il bambino  per evitare eccessiva sudorazione che fa aumentare il prurito

  • Usare a contatto della pelle indumenti di cotone al 100% o di lino non colorati:   

      quindi indumenti intimi di colore bianco (senza etichette che potrebbero    

      irritare la pelle).

·    MAI di lana.

·    Non usare cuffie, sciarpe, guanti, canottiere di lana ed altri indumenti di lana o di tessuto sintetico (tipo poliestere), che essendo ruvidi ed irritanti  accentuano il prurito.

·    Quando si prende in braccio il bambino fare attenzione a non strofinarlo contro il maglione che si indossa.

·    Nei lattanti è bene evitare l’uso di  mutandine di plastica; cambiare spesso il pannolino.

·    Per il lavaggio della biancheria usare Sapone Marsiglia  o simili, sciacquare accuratamente, possibilmente in lavatrice per evitare che rimangano residui di detersivo nei tessuti.

·    E’ utile lavare gli indumenti nuovi.

·    Non usare detersivi biologici ed ammorbidenti per tessuti.

·    Evitare scarpe di gomma e calzature chiuse come gli stivali.

·    Evitare il contatto con animali domestici (gatti, cani, uccelli, criceti, o piccoli roditori).

·    Evitare il contatto con  persone affette da Herpes simplex.

·    Evitare il contatto della pelle con alimenti irritanti come agrumi, pomodoro, ecc; nel caso di allergia alimentare  dimostrata seguire scrupolosamente la dieta consigliata.

·    NON  FUMARE  IN  PRESENZA  DEL  BAMBINO

·    Utile è l’esposizione al sole e il soggiorno in clima marino.

·    Il bambino può fare bagni al mare o in piscina: prima però, applicare una crema idratante. Dopo il bagno risciacquarlo in acqua dolce ed applicare di nuovo una crema idratante.

·     Lenire il prurito, se molto intenso, con una antistaminico ad effetto sedativo, fino alla scomparsa del prurito.

·    Particolare attenzione va  rivolta all’ambiente in cui il bambino trascorre  buona parte della sua giornata. E’ noto che gli acari (micro-organismi presenti nella polvere di quasi tutte le case) causano  in modo più o meno accentuato, l’insorgenza della dermatite atopica che può evolvere fino  all’asma.

·    Fare attenzione alle polveri e agli acari  in particolare dei materassi: non importa di quale tipo essi siano, è importante  usare fodere  particolari che impediscano agli acari di nutrirsi e sopravvivere.

 

 

Seguire scrupolosamente la “dieta” prescritta dal Pediatra