Enzimi nell’infarto del miocardio

Risposte a domande giuntemi nell’estate 2010

 

La fibrocellula miocardica è ricca di alcuni enzimi i quali, durante “l’infarto acuto”, vanno in circolo, pertanto il loro livello si alza.

 

LDH (Lattico deidrogenasi)              V.n. 340-450 U/l

   Rispetto agli altri enzimi LDH è più tardiva all’innalzamento in quanto l’aumento dell’enzima si manifesta circa 12 ore dall’inizio della sintomatologia dolorosa.

Raggiunge il massimo livello dopo circa 72 ore mantenendosi sopra i valori normali fino alla 7^-10^ giornata di malattia.

 

CPK (Creatin – fosfochinasi)

                              CPK totali                    CPK MB                    CPK MM

V.n.                   10-70 UI/L              < 2% CPK totale           > 94-96 %

                  0,17-1,17 micronKat        < 10 UI/le

                                                           <0,17 micronKat/l

   E’ il primo enzima ad aumentare nel siero dopo un infarto.

Dopo circa 4-6 ore dall’inizio della sintomatologia comincia ad aumentare per  raggiungere il massimo dopo 18-36 ore e ritornare ai valori normali dopo 3-4 giorni.

   L’Isoenzima MB è presente nel miocardio. Aumenta quasi esclusivamente nell’infarto del miocardio e può essere considerato un enzima “infarto miocardico specifico”.

   L’aumento dell’isoenzima  MB è precoce nei casi dell’infarto del  miocardio. Comincia ad aumentare nelle prime 4-6 ore, raggiunge il massimo rapidamente dopo 16-20 ore e. rispetto al CPK totale. torna più rapidamente nei limiti normali. Il ritorno a valori normali avviene normalmente entro 48 ore e precede quindi di 24 ore quello de PCK totale.

  

TROPONINA 

    Le Troponine sono un complesso di proteine presenti unicamente nel muscolo striato. Tale complesso risulta costituito da:

Troponina T il cui v.n. è < 0.2 ng/ml  e

Troponina I il cui v.n. è < 0,03 ng/ml

Le troponine  sono indicatori molto specifici e molto sensibili del danno miocardico.

La presenza di troponina nel plasma può essere conseguenza di un danno cellulare sia reversibile che irreversibile.

 

MIOGLOBINA

v.n. sierica   < 90 ng/ml

      urinaria < 4 mg/l

   La Mioglobina si alza entro poche ore dall’infarto.

I massimi livelli di mioglobina vengono raggiunti  prima di quelle del CPK.

 

TRANSAMINASI AST

v.n.   maschi  10-45 UI/l

       femmine  5-30 UI/l

   Entro 8-12 ore  dall’infarto,  i valori normali aumentano, raggiungono il massimo dopo 18-36 ore e scendono ai valori normali dopo 3-4 giorni.